Freedom of Choice – Venezia 16/9/2017 – Un ponte per la Libertà

FREEDOM of CHOICE – Venezia 16/9/2017
UN PONTE PER LA LIBERTÀ

A due settimane dalla Manifestazione indetta a Venezia per il prossimo 16 settembre , i genitori organizzatori e Corvelva, associazione che dal 1993 affianca i genitori nella libertà di scelta in tema vaccinale, stanno definendo gli ultimi dettagli.
L’argomento vaccini, oramai quotidianamente sulle prime pagine dei giornali, vuoi per il caos burocratico che ha scatenato la legge 119/2017 soprattutto in Veneto, unica regione italiana che si sta opponendo avendo presentato Ricorso alla Corte Costituzionale , vuoi per le successive circolari applicative ed esplicative ( dal Ministero della Salute e Ministero dell’istruzione , dal Miur, dalla FISM, dal Garante per la protezione dei dati personali nonché dalla stessa Regione Veneto), diventa, ogni giorno che passa, un argomento spinoso, dibattuto e contrastato sia per i genitori consapevoli ed informati, sia per i genitori nei quali il « ragionevole « dubbio si è instillato negli ultimi mesi.

E come se non bastasse,in questi giorni,a Verona ci sono state le prime espulsioni dai nidi, i primi casi di « ghettizzazione » di bambini sanissimi ma per i quali i genitori, attenendosi alle disposizioni di legge, si riservavano di consegnare la documentazione richiesta entro il 10 settembre, come da direttive ministeriali.
La polemica é scoppiata ed è subito rimbalzata ovunque, intimorendo, ancora di più, tutti quei genitori degli « oltre 70 mila » bambini Veneti, non in regola con il calendario vaccinale. Molti di loro stanno già ritirando i figli dalle strutture e molti altri sono in procinto di farlo; Venezia é attesa sempre di più, per denunciare al mondo intero ciò che sta accadendo.

Gli ospiti relatori italiani ed internazionali , invitati in laguna, hanno già confermato la loro presenza.
Dalla Svezia Sara Boo Presidente della National Health Federation Sweden (NHF Sweden), dalla Francia Mary Pasteur, militante nelle tre associazioni più conosciute che si battono per la libertà di scelta, Scott C. Tips Presidente della National Health Federation of California. Tra gli italiani, oltre ai già conosciuti,per loro posizioni scomode, i medici Miedico e Rossaro, il giornalista Gianni Lannes, Marcello Pamio, Ambra Fedrigo mamma e regista del film/documentario « Il ragionevole dubbio » e molti altri.


Il popolo arancione, come viene definito ultimamente dai media, sarà guidato attraverso la Città da una squadra di quasi cento volontari, tutti genitori che gridano alla Libertà.

L’obiettivo, e la speranza, che anima questa manifestazione è quello di dare un segnale al mondo e a chi le leggi le studia a tavolino, senza porsi il minimo « ragionevole dubbio » che si tratta di persone e della loro salute e non di pedine inermi poggiate sopra una scacchiera.